Psicosintesi

Alla scoperta della Volontà

Partendo dal diagramma della Stella delle funzioni di Assagioli, è possibile individuare come settima funzione psichica la Volontà.

images-3

 

 

Le funzioni psichiche sono canali espressivi attraverso cui l’Io si manifesta. Ogni individuo le possiede e le utilizza in modo inconsapevole. Le funzioni psichiche sono:

 

 

  • la SENSAZIONE (n.1)
  • l’EMOZIONE -SENTIMENTO (n.2)
  • l’IMPULSO-DESIDERIO (n.3)
  • l’IMMAGINAZIONE (n.4)
  • il PENSIERO (n.5)
  • l’INTUIZIONE (n.6)
  • La VOLONTA’ (n.7)

La Volontà è rappresentata al centro della stella  e coincide con L’Io personale.

Definire che cosa sia la Volontà non è un concetto semplice perché questa funzione rappresenta principalmente un‘esperienza che si verifica ogni volta che la persona si impegna a volerla fare.

Scoprire la Volontà per poter scegliere

Scoprire di avere una Volontà significa diventare un soggetto attivo che può scegliere.

E’ possibile paragonare la Volontà ad un direttore d’orchestra.

UnknownSe immaginiamo la nostra personalità come una grande orchestra costituita da una moltitudine di musicisti, il ruolo della Volontà diventa quello di dirigere e armonizzare il gruppo musicale al fine di far emergere una armonia , una sintesi armonica dal tutto che all’inizio appare come disomogeneo.

Pensiamo ai primi momenti in cui i musicisti accordano i loro strumenti tutti insieme. Noi spettatori percepiamo un caos sonoro. Ma appena il direttore alza la sua bacchetta immediatamente richiama l’attenzione di tutti che si acquietano e nel silenzio iniziano a suonare insieme armoniosamente.

All’interno della personalità le funzioni psichiche entrano nel campo di coscienza della persona imponendosi all’Io che tende ad identificarsi nell’una o nell’altra, poiché la Volontà da sola non ha abbastanza potere per contrastarle. L’identificazione con le funzioni psichiche avviene inconsapevolmente. La persona nel momento dell’identificazione indossa come una “maschera” che nasconde la sua vera identità, diventando quell’emozione dirompente, quel pensiero assordante o quel desiderio accentratore che tutto permette meno che l’equilibrio psichico.

Usare correttamente la Volontà significa invece permetterle di dirigere e regolare le varie funzioni psichiche senza imporsi a loro; il suo compito diventa quindi quello di armonizzare le funzioni e usarle per riportare un equilibrio all’interno della personalità.

Per meglio capire il concetto di Volontà è necessario addentrarci se pur in modo superficiale all’interno del modello Psicosintetico.

Per usare al meglio la Volontà è necessario conoscerla nei suoi vari ASPETTI:

1- LA FORZA: la forza di Volontà è rappresentata dall’energia, dall’impegno che mettiamo nel portare a termine i compiti che vogliamo perseguire. Per sviluppare la forza di Volontà è necessario allenarsi quotidianamente con varie tecniche come ad esempio l’uso di esercizi fisici attraverso la pratica dello sport oppure la pratica degli esercizi inutili o il controllo degli istinti (è possibile apprendere queste ed altre tecniche attraverso un percorso di psicoterapia personale o autoformativo in psicosintesi).

2- BONTA’: la Volontà è buona se è rivolta a compiere buone azioni, se non è quindi egoistica ed egocentrica. Allenandosi a provare empatia verso gli altri ci si allena in questo aspetto della Volontà.

3-SAPIENZA: la Volontà è sapiente quando si diventa  abili  ad ottenere il massimo risultato col minore dispendio di energia. Per fare questo è indispensabile la conoscenza delle leggi psicologiche.

La Volontà è caratterizzata da QUALITA’ che la caratterizzano .

Queste sono:

  • l’energia, il dinamismo
  • il dominio, il controllo
  • la concentrazione
  • la determinazione, la decisione
  • la pazienza
  • il coraggio
  • l’organizzazione e la sintesi

Tutte queste qualità possono essere evocate dalla persona in base ai propri bisogni.  Una delle tecniche più semplici finalizzate a questo scopo è quella delle ” parole evocatrici”.

Questa metodologia consiste nello scrivere su di un cartoncino di carta una delle qualità che sentiamo carenti in noi. Successivamente dobbiamo posizionare il cartoncino in una stanza dove passiamo molto tempo. L’esercizio consiste nel guardare il cartoncino in modo tale che la nostra attenzione sia richiamata ripetutamente dalla qualità della parola scritta. In questo modo l’energia della parola entrerà nel nostro campo psichico che la assorbirà senza alcuno sforzo. Dopo alcune settimane la qualità del cartoncino verrà assimilata dalla persona.

Naturalmente questo esercizio può essere fatto con qualsiasi qualità  carente nel soggetto.

L’Amore e la Volonta’

Esiste un legame molto stretto tra Amore e Volontà: la Volontà senza Amore diventa fredda, severa e l’Amore senza Volontà rende il soggetto debole, sentimentale e iper-emotivo.

L’Amore e la Volontà sono generalmente presenti in porzioni diverse nell’individuo; nei soggetti in cui predomina la Volontà c’è poca tendenza all’Amore e viceversa. Ma nonostante questa apparenza queste due forze sono in continua relazione tra loro. Nonostante l’Amore sia considerato un sentimento spontaneo che tende a legare le persone e la Volontà sembri il suo opposto poiché è direttiva, affermativa e separativa, per coltivare l‘Amore è necessaria  la disciplina, la pazienza e la costanza, tutte qualità che caratterizzano la Volontà.

E’ necessario quindi che l’Amore e la Volontà si sviluppino nella persona in modo equilibrato.

Per fare questo ci sono tre modalità per ottenere la loro armonizzazione:

 1- sviluppare la parte più debole tra Amore e Volontà

2-  risvegliare e manifestare gli spetti superiori di entrambi

3-  agire in alternanza l’una forza e l’altra in modo che si risveglino a vicenda.

Attraverso un percorso di psicoterapia psicosintetica è possibile imparare ad utilizzare queste tecniche con l’ausilio della presenza del terapeuta. Una volta apprese, la persona continuerà ad utilizzarle anche da sola.

La sintesi tra Amore e Volontà rappresenta una situazione di equilibrio che permette alla persona di diventare un soggetto attivo nel proprio percorso evolutivo e  di vivere la vita in modo più consapevole. 

Dott.ssa Gaia Spagnoli, psicologa e psicoterapeuta. Per consulenze psicologiche, percorsi di psicoterapia, seminari o altre richieste, puoi scriverle una mail all’indirizzo gaiapsiche@yahoo.it oppure telefonare al numero 347/7620657.

Libri suggeriti per approfondimento:

Unknown-7 Unknown-8

 

Autore

Gaia Spagnoli

Gaia Spagnoli

Psicologa e psicoterapeuta. Si occupa del disagio psicologico negli adulti e negli adolescenti. Svolge psicoterapia individuale, di coppia, familiare e di gruppo.

1 commento

  • […] Coaching abbiamo occasione di rinforzare il nostro Essere, di attingerne la fiducia che attiva la Volontà Buona e rimanere connessi per lo sviluppo della dimensione […]

Lascia un commento